Granfondo Rampichiana dolori per la squadra Agonistica Mtb.

Domenica 31 Marzo si è svolta a Cortona la seconda prova di Coppa Toscana, con la Rampichiana. I nostri atleti hanno affrontato la trasferta cortonese avvantaggiandosi già dal sabato evitando l’ora legale e pernottando nella cittadina toscana. La partenza era prevista per le 10.00 ed ai nastri di partenza si sono presentati in 14, compresa la “quota rosa” Patrizia Gioia. Il percorso è stato riveduto rispetto alle passate edizione e si sviluppava per 40 km con 1350 m di dislivello positivo; rimanevano uguali la prima salita e gli ultimi 6 km, pieni di strappi duri. Un po’ la variazione del percorso ed un po la stagione torrida il percorso si presentava estremamente veloce, tant’è vero che il vincitore, Francesco Casagrande, ha chiuso la granfondo in 1 ora e 37 minuti. Giornata tipicamente primaverile, ed alle 10 in punto c’è stato il via della gara con subito la prima e lunga salita da affrontare, 10 km di cui 7 di asfalto e 3 di sterrato; una volta scollinato c’era un tratto di falsopiano e discesa che portava ai piedi della seconda salita, in cima alla quale si trovata il GPM e la scalata era cronometrata, dopo di che ancora discesa e gli ultimi 6 km che i nostri atleti conoscevano bene, con strappi duri, i famosi scalini in paese e la salita finale di arrivo che sale dalla porta delle mura fino alla piazza principale di Cortona, in una folla di gente veramente numerosa, vista anche la stagione assolata. I nostri atleti, alcuni sempre con acciacchi dalla gara precedente, hanno ben figurato, Alessio Guerrieri ha chiuso la granfondo in 2 ore e 15′ posizionandosi 319 posizione assoluta e 42 di categoria (M1), c’è stato l’esordio in coppa per Luca Ponsard, lo “straniero” ha chiuso la gara in 2 ore 27′, a seguire gli altri, Alberto Chesi, Cardelli Filiberto, Di Nucci Mirko, Cerri Marco, Mantello Angelo, Lenzi Andrea, Rossi Matteo, Bertoli Emiliano (con postumi dalla caduta di Moteriggioni ma comunque in griglia di partenza), Sacchini Stefano, Filippi Persio, che questa volta non ha avuto inconvenienti tecnici ed è riuscito a portare a termine la gara, ed infine Notarpasquale Enrico, che ha corso nonostante problemi fisici ed è riuscito a terminare la gara. Bravo Enrico!! La quota rosa della spedizione ha optato per il percorso corto ottenendo ancora una volta un risultato di prestigio classificandosi 21° assoluta e 2° di categoria (MW2). Bravissima Patrizia!! Continua cosi!!
Da segnalare un atto di amicizia e di sportività da parte di due atleti, Lenzi Andrea e Bertoli Emiliano: alla fine della prima salita, nella parte di discesa, mentre era a ruota di Alessio Guerrieri, è caduto Matteo Rossi, riportando problemi al polso ed alla spalla, ma si è rialzato e montato in bici per raggiungere l’ambulanza per i primi soccorsi, e ha proseguito la gara, dapprima lo ha recuperato Andrea Lenzi, e qualche km dopo li ha raggiunti anche Emiliano Bertoli, i due si sono messi al fianco di Matteo come due angeli custodi, incoraggiandolo ed aiutandolo a portare a termine la gara nonostante i dolori derivati dalla caduta. Bravi a questi due atleti che hanno dimostrato cosa sia l’amicizia e la sportività!!! Matteo a fine gara dichiarava: “Devo dire che fino alla caduta stavo andando bene, ma dopo mi si è spenta la luce e il morale mi è andato giù, mi sono fatto medicare e volevo finire a tutti i costi la gara, ma il dolore era forte ed oltretutto avevo problemi alla bici che era frenata, se non era per i miei due amici, Emiliano ed Andrea, che mi hanno scortato fin sulla linea del traguardo non so se sarei riuscito a tagliarlo. Il merito dei miei 40 km odierni è tutto loro! Grazie amici!!”